www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

LUCIO DALLA STRONCATO DA UN INFARTO

Posted by irpinianelmondo su marzo 1, 2012

1.3.2012-Lucio Dalla è morto: un infarto lo ha stroncato in Svizzera. Dalla, che avrebbe compiuto 69 anni fra tre giorni, era in Svizzera per una tournée: ieri sera a Montreaux, all’Auditorium Stravinsky, poi a Basilea, Lugano e Ginevra. Nato a Bologna il 4 marzo 1943 ha iniziato a suonare sin da giovanissimo ed è diventato uno dei più affermati cantautori italiani con oltre 50 anni di carriera. Di recente era tornato al Festival di Sanremo accompagnando il giovane Pierdavide Carone, con il quale aveva eseguito il brano Nanì.

Giovanissimo inizia a suonare vari strumenti e nel 1962 entra come clarinettista nel gruppo dei Flippers. Il debutto nella canzone avviene nel 1964 grazie all’interessamento di Gino Paoli che ha intenzione di fare di Dalla il primo cantante soul italiano. Fino al ’70 Dalla si divide tra le sperimentazioni che spesso lo mettono in contatto con il movimento beat, e le prime composizioni musicali.

Nel 1970 ottiene il primo successo come compositore: Gianni Morandi incide la sua “Occhi di ragazza” e la porta in vetta alle classifiche di vendita. Nel 1971 al Festival di Sanremo presenta “4/3/1943”, ribattezzata da tutto il pubblico “Gesù Bambino”. Seguono successi come “Piazza Grande”, “Il gigante e la bambina” e “Itaca” e dalla collaborazione con il poeta bolognese Roberto Roversi arrivano tre album storici: “Il giorno aveva cinque teste”, “Anidride solforosa” e “Automobili”.

Nel 1977 con “Come è profondo il mare”, Dalla debutta anche come autore dei testi delle proprie canzoni, un periodo d’oro che culmina con “Caruso”, riconosciuta come una delle più belle mai scritte nella storia della musica contemporanea, venduta in nove milioni di copie in tutto il mondo in decine di versioni e interpretata anche da Luciano Pavarotti.

Alla fine degli anni ’80 è completamente assorbito dal progetto Dalla-Morandi, con disco e tournée e nel 1990 la sua “Attenti al lupo” inserita nell’album “Cambio”, detiene il record di vendite in Italia . Seguono altri successi con gli “Canzoni” e le composizioni di musiche per il cinema per film di Monicelli, Antonioni, Giannarelli, Verdone, Campiotti, Placido e altri registi.

Nel 2003 porta in scena “Tosca. Amore disperato”, l’opera totalmente inedita scritta ispirandosi alla “Tosca” di Puccini. Di recente era uscito “Questo è Amore”, nuovo progetto discografico per riscoprire i suoi brani meno noti al grande pubblico con in più 3 inediti e un duetto con Marco Mengoni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: