www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

MEDICINA E SALUTE. LA BEVANDA ENERGETICA “RED BULL” RITIRATA DAL COMMERCIO IN FRANCIA E DANIMARCA

Posted by irpinianelmondo su Maggio 19, 2008

19.5.2008 -Numerose segnalazioni di consumatori allarmati arrivano al CODICI a causa di presunti effetti nocivi della bevanda energetica Red Bull. Dalle segnalazioni, gli operatori dello sportello del CODICI hanno rilevato che la bevanda Red Bull è stata bandita dal commercio sia in Francia che in Danimarca per via di timori legati all’alto contenuto di caffeina, glucuronolattone e taurina. Secondo quanto emerge da alcuni studi sulla bevanda che “Ti Mette Le Ali”, il mix alcol/ bevanda energetica può essere pericoloso. “L’ipotesi è che l’alto tasso di caffeina contenute – commenta la responsabile del settore Agroalimentare CODICI, Valentina Coppola – danno all’individuo, sotto effetto di alcol, una falsa sensazione di sobrietà che può condurlo a compiere azioni impegnative, senza rendersi conto che le proprie capacità di reazione e valutazione sono alterate, come guidare l’automobile”. Il CODICI ha documentato alcuni studi in merito alle bevande energetiche; secondo quanto emerge la Red Bull non reintegra nell’organismo le sostanze perdute durante l’esercizio fisico, come fanno invece le cosiddette “bevande sportive”, ma contiene un tasso così elevato di caffeina che può causare disidratazione, che a sua volta mette sotto sforzo il cuore, portando problemi cardiaci. Le bibite che contengono nella loro formulazione alcaloidi e amminoacidi come la taurina non sono consigliabili, infatti, per alcune categorie di consumatori a rischio di tensioni nervose, ansia, ipertensione e disturbi cardio-vascolari, ma anche la classe dei consumatori più giovani, come bambini e ragazzi. Anche la Germania ha lanciato l’allarme contro le bevande energetiche, specialmente se mischiate con l’alcol: l’istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi nel settore alimentare (Bfr), ha messo in guardia i consumatori, soprattutto i più giovani, contro l’uso di questi cocktail, che potrebbero provocare gravi danni alla salute. Il Bfr raccomanda non solo di non mischiare questo tipo di drink con l’alcol, ma anche di non fare attività sportive particolarmente impegnative dopo averli consumati. Oltretutto, gli operatori del CODICI, hanno monitorato le etichette impresse sulle confezioni delle altre bevande energetiche. E la maggior parte delle etichette osservate contenevano le controindicazioni della bevanda, tra cui: vietata l’assunzione ai ragazzi al di sotto dei 16 anni e alle donne in gravidanza. L’unica bevanda energetica riscontrata, contenenti gli stessi ingredienti delle atre, che non ha indicazioni di limitazione importanti sull’etichetta è proprio la RedBull. “La stessa pubblicità, difatti, – continua la Dott.ssa Valentina Coppola – reclamizza il prodotto come normale bevanda, non facendo alcun riferimento che la stessa dovrebbe essere assunta in condizione di sforzi psicofisici particolari”. “Riteniamo che sia indispensabile – commenta il segretario Nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli- non solo apportare i dovuti controlli, ma che i produttori, qualora i rischi fossero accertati scientificamente, segnalassero attraverso le etichette gli effetti derivati dalla miscela delle bibite all’alcol e altri possibili pericoli derivati dal suo consumo. Ricordando che Red Bull e vodka è un usanza comune dei giovani contemporanei che frequentano le discoteche”. Pertanto, il CODICI chiede all’ EFSA, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare di avviare nuovi controlli sulla quantità e qualità di determinate sostanze all’interno della bevanda in relazione al ritiro del prodotto da parte di Paesi dell’Unione Europea come Francia e Danimarca a causa di timori fondati e non risolti Chiediamo, inoltre, ai produttori delle bevande, in seguito delle opportune verifiche, l’obbligo di porre le etichette sulla modalità d’uso al fine di consentire ai consumatori di essere adeguatamente informati e tutelati sugli alimenti che scelgono.

10 Risposte a “MEDICINA E SALUTE. LA BEVANDA ENERGETICA “RED BULL” RITIRATA DAL COMMERCIO IN FRANCIA E DANIMARCA”

  1. miki said

    Personalmente non sono d’accordo con tutto questo articolo.
    I dati sono sconclusionati..
    A partire dal fatto che Redbull è venduta in Francia, per poi scoprire che in una lattina di questa bibita c’è la stessa percentuale di caffeina che si trova in un caffè preso al bar.
    Quindi prima di parlare di “ipotesi di alto tasso di caffeina” mi informerei prima di pubblicare dei post di pubblica visione!

    Infine, il passo “Ricordando che Red Bull e vodka è un usanza comune dei giovani contemporanei che frequentano le discoteche” mi fa sorridere e mi fa pensare; mi fa pensare che qui non si sta parlando di red bull, ma di una bibita mescolata ad un alcolico.
    E allora perchè non si parla male del succo di pera? anche questo viene bevuto insieme al rhum e fa stare male la gente.

    • Dr.ssa Agata B. said

      Il problema non è la pera col rum o la lemon soda nel gin. Se hai attentamente letto noterai che si parla di “BEVANDE ENERGETICHE” mischiate con alcol, non in generale di tutto ciò che sta bene insieme all’alcol. A completamento di ciò che l’articolo illustra aggiungerei anche che i sintomi più temuti (quali tachicardia e ipertensione) hanno fatto registrare casi di collassi e persino decessi. Inoltre la fabbrica di produzione austriaca è stata accusata di illegalità di vendita e contaminazioni del prodotto; questo potrebbe essere di pertinenza marginale, rifletterei e mi informerei di più sugli effetti collaterali dell’accoppiata “energy drink + alcol”.

      • Marco said

        Io sono una “vittima” delle bevande energetiche, ovvero non e’ che ne facessi un consumo particolarmente elevato ma durante un periodo lavorativo abbastanza intenso mi sono trovato a consumarne circa un 250-300 cc al giorno per un periodo di una settimana, risultato: pressione massima a 209 minima 140 e battito cardiaco oltre i 98/min.

        Sono normalmente affetto a lieve ipertensione (mediamente riporto valori di 135/90) ma il consumo (moderato) di tali bevande mi ha portato seriamente in una situazione di rischio.
        Ritengo che la bisognerebbe regolamentare sia la pubblicita’ di tali bevande che le indicazioni dei rischi sulla confezione, ne’ piu’ ne’ meno di come si fa per le sigarette.
        Grazie dell’attenzione

  2. davide said

    A me è già successo ben due volte in discoteca, ho 22 anni ho bevuto questo cocktail vodka e redbull non so quante ma un paio sicuramente e dopo non ricordo niente , neanche quando sono andato via, nemmeno cosa ho fatto mi dicono che mi addormento subito figuriamoci se dopo non riesco a svegliarmi??? mamma mia adesso ho veramente paura con questo cocktail perche è successo a me , tanti possono pensare ma eri ubriaco e normale, cazzo ma dimenticare completamente tutto, al meno qualcosina da ricordare, e per tante ore… è proprio una bomba questa bevanda. spero che il mio commento al meno metta un dubbio a qualcuno quando abbia difronte questa bevanda!!! è veramente pericoloso.

  3. thomas said

    “209 minima 140” e non sei ancora sciopa cazzo?

    • ricky said

      A me la red bull senza alcool mi ha fatto venire ansia e attacchi di panico. Sono andato in una clinica e mi hanno riscontrato un alto tasso dei componenti della bevanda. Un anno di ansiolitici e ssri (farmaci che derivano dagli antirepressivi) x uscire dal tunnel. Certo ne bevevo una al giorno e x mesi. Ma la cosa più che mi ha lasciato perplesso è l’ organizzazione mondiale della sanità che sta studiando una regolamentazione di queste bevande e pare che si potranno vendere solo in farmacia! Pazzesco

  4. Many thanks for an additional beneficial website. The place in addition may I get that sort of knowledge printed in this sort of perfect manner? I’ve a goal i’m at the moment jogging for, and i also are already in the check for such information.

  5. Why users still make use of to read news papers when in this technological globe all is presented on net?

  6. satellite123 said

    ormai esistono healty drink energetici, naturali e veramente saporiti. Non capisco come si possa ancora bere questa porcheria.

  7. Antonio said

    ormai esistono healty drink energetici, naturali e veramente saporiti. Non capisco come si possa ancora bere questa porcheria.

    Guardate http://www.energitaly.vemma.eu/products/verve/verve-original

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: