www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO. LA RICERCA DEL “CROM” DI MERCOGLIANO. NUOVA SPERIMENTAZIONE PER LA CURA DEL TUMORE AL COLON-RETTO

Posted by irpinianelmondo su giugno 23, 2010

23.06.2010/ Oggi, per i cittadini della Campania e di tutte le regioni del Meridione, è possibile effettuare presso il Centro Ricerche Oncologiche di Mercogliano (CROM) e l’Istituto Nazionale Tumori di Napoli-Fondazione Pascale, una analisi molto sofisticata ed efficace per la scelta della migliore terapia per il tumore del colon-retto, ovvero l’analisi mutazionale del gene KRAS.

KRAS è un oncogene, cioè un gene coinvolto nella formazione dei tumori. Le mutazioni dell’oncogene KRAS sono particolarmente frequenti in diversi tipi di tumori. In particolare, le mutazioni di KRAS sono state riscontrate in circa il 40% dei carcinomi del colon-retto e sono associate alla resistenza a farmaci di ultima generazione, gli inibitori del recettore dell’EGF. In pratica, è inutile sottoporre i pazienti con mutazioni di KRAS al trattamento con questi farmaci.

 Il Laboratorio di Farmacogemonica del CROM diretto dal dott. Nicola Normanno in collaborazione con la struttura di Anatomia Patologica dell’Istituto Nazionale Tumori –Fondazione G. Pascale di Napoli diretta dal dott. Botti, ha messo a punto la tecnica della analisi delle mutazioni del gene KRAS presso i laboratori del CROM, cui si può rivolgere chiunque ne abbia necessità. I risultati di questa attività sono stati anche oggetto della prima tesi sperimentale in Biologia svolta presso il CROM da una studentessa di Avellino e presentata il giorno 17/12.

“L’analisi mutazionale del gene KRAS è un elemento certamente migliorativo nel trattamento delle neoplasie del colon in quanto consente di scegliere il miglior trattamento da attuare”- ha affermato il Prof. Aldo Vecchione, Direttore Scientifico del Pascale -. “Tutti i pazienti con tumore del colon-retto operati al Pascale saranno analizzati per le mutazioni di KRAS”.

Il Prof. Mario Luigi Santangelo, Direttore Generale del Pascale e del Crom, dichiara: “La missione del Pascale impone che l’Istituto si proponga all’avanguardia della ricerca oncologica attraverso il trasferimento in clinica di quanto il laboratorio mette a punto. L’analisi mutazionale del KRAS è una di queste condizioni: quale risultato della ricerca traslazionale è in grado non solo di selezionare i pazienti da avviare ai diversi tipi di terapia, ma apre la speranza che l’aumento delle conoscenze possa consentire di individuare farmaci sempre più efficaci”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: