www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

DECRETO SICUREZZA. 100 DEPUTATI PdL CHIEDONO A BERLUSCONI DI NON PORRE LA FIDUCIA:”NORME INACCETTABILI”

Posted by irpinianelmondo su marzo 18, 2009

18.03.2009– Ansa – 100 deputati  del Pdl, capitanati da Alessandra Mussolini, chiedono a Silvio Berlusconi di non porre la fiducia sul decreto sicurezza perché l’introduzione del reato di clandestinità  e le norme riguardanti la denuncia dei clandestini da parte dei medici (ma, secondo i firmatari anche da parte degli insegnanti) sono “inaccettabili”. “Sono convinta – dice la Mussolini – di poter contare sull’appoggio del presidente Fini”. “Ti chiediamo – si legge nella lettera inviata dalla Mussolini al premier – di non porre la fiducia” perché in quel decreto “sono contenute norme a nostro giudizio inaccettabili e che necessitano di indispensabili correzioni”. I parlamentari firmatari (nessuno dei quali è della Lega Nord) aggiungono d’esser certi che il premier si renderà conto “di come questo dettato legislativo vada contro i più elementari diritti umani e in particolare dell’infanzia e della maternità”. Nella lettera si respinge l’interpretazione secondo cui il provvedimento non obblighi i medici alla denuncia dei clandestini che si presentano in ospedale o nei centri di vaccinazione: “Non è così. Anzi, l’obbligo di denuncia potrà riguardare anche gli insegnanti e chiunque eserciti incarichi pubblici”. E ciò proprio a causa dell’introduzione in sede penale del reato di clandestinità: in caso di mancata denuncia, infatti, medici e insegnanti violerebbero gli art. 361 e 362 c.p., cioé “il reato di omessa denuncia da parte del pubblico ufficiale o di incaricato di pubblico servizio”. Sarebbe, sottolineano i firmatari della lettera, “una vera e propria trappola per bambini, da attirare con l’obbligo dell’istruzione, così da individuarli e colpirli proprio con la mano del medico o dell’educatore”. E il risultato sarebbe escludere bambini e donne in gravidanza dai livelli educativi e sanitari, con rischi per tutti e un “regresso spaventoso in fatto di civiltà”. Solo se non sarà posta la fiducia, concludono, sarà possibile porre rimedio a quello che altrimenti sarebbe un “errore imperdonabile”. A firmare, oltre alla Mussolini, sono tra gli altri Souad Sbai, Valentina Aprea, Mario Landolfi, Beatrice Lorenzin, Fiamma Nirenstein e Enrico Costa. “La lettera dell’on Mussolini sul decreto sicurezza non è condivisa dal gruppo del PdL. Per altro verso, sul merito del decreto è ancora in corso il dibattito in Commissione”. Così il presidente dei deputati del PdL, Fabrizio Cicchitto, e il vicepresidente vicario, Italo Bocchino, a proposito della lettera di Alessandra Mussolini che chiede a Berlusconi di non porre la fiducia sul

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: