www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SESSO . PER UN ITALIANO SU TRE RAPPORTO TROPPO VELOCE

Posted by irpinianelmondo su settembre 26, 2008

26.9.2008-Un maschio italiano su tre ha troppa fretta durante il rapporto sessuale, soffre cioè di eiaculazione precoce. Lo rivelano i dati presentati al Congresso nazionale della società italiana di andrologia in corso a Roma I dati ufficiali parlano di circa il 20-30% della popolazione maschile che soffre di eiaculazione precoce, ma si tratta di un valore sottostimato.
 

A nascondere il problema, secondo gli andrologi, non sono solo i pregiudizi che spesso hanno la meglio sul desiderio di risolvere la situazione, ma anche la lentezza con la quale l’uomo decide di rivolgersi ad un medico. Con il risultato che in otto casi su dieci gli uomini preferiscono l’astinenza. E quel 20% di popolazione maschile che va dallo specialista, lo fa in media dopo due anni dall’inizio dei disturbi. Eppure l’eiaculazione precoce è un problema di salute come tanti altri, che si può affrontare e risolvere con successo.

Secondo il Comitato ad Hoc della International Society of Sexual Medicine, un gruppo costituito dai principali esperti internazionali di medicina sessuale, l’eiaculazione precoce è «una disfunzione sessuale maschile caratterizzata da un’eiaculazione che sempre o quasi sempre si verifica prima di o entro un minuto dalla penetrazione vaginale; dall’incapacità di ritardare l’eiaculazione in tutte o quasi tutte le penetrazioni vaginali; con conseguenze personali negative, come ad esempio ansia, preoccupazione, frustrazione e/o l’astensione dall’intimità sessuale».
«L’International Society of Sexual Medicine compie un passo importante nell’ambito della medicina sessuale poichè una definizione univoca può consentire una più omogenea identificazione dei pazienti ed un intervento più adeguato, con il miglioramento della qualità di vita di milioni di persone – spiega Giuseppe La Pera, Consigliere SIA e Andrologo dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma – è una definizione innovativa perchè è centrata sul paziente. Per la prima volta si è tentato di dare una definizione globale della disfunzione, e questo avrà nell’immediato futuro un forte impatto sia clinico sia epidemiologico, perchè permetterà da un lato di individuare le persone realmente sofferenti, dall’altro di sviluppare studi clinici su basi comuni, con l’obiettivo di analizzare anche le possibili alternative terapeutiche».


Il primo passo importante –
secondo gli andrologi – è la diagnosi: non si parla di eiaculazione precoce quando l’episodio è isolato ed è legato ad una particolare situazione. Chi ne è affetto non riesce a controllare il passaggio dello sperma nel canale uretrale, laddove non è più possibile frenare l’emissione del liquido seminale.QN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: